Paolo Grippiolo, ingegnere e ideatore

paolo grippioloMi chiamo Paolo Grippiolo (“Grip” o “Grippe” per gli amici), vivo a Milano ma sono nato in un piccolo paese di provincia. Cresciuto tra scampagnate, partitelle di pallavolo e pasticcini dello Zio, all’età di otto anni sono passato dal gioco del “Meccano” a “direttore dei lavori”. Nessuno ci crede (nemmeno io!) ma la realtà dice questo. Anni fa i miei genitori decisero di costruire casa ed io, tutti i giorni, incominciai ad andare in cantiere. Rimanendo lì, ad osservare per ore.

L’avventura durò più di tre anni e da allora non sono più tornato “normale”! Ho visto costruire quella casa passo dopo passo, quasi come fosse un film al “rallenty”; poi è arrivato il giorno del trasloco. Presa questa pesante deriva ormai la strada era segnata: Istituto Tecnico per Geometri e poi Politecnico.

Fu così che un nuovo mostro entrò in circolazione: l’ing. Paolo Grippiolo!

Ho più volte cercato di smettere, di disintossicarmi. Ve lo giuro ce l’ho messa tutta: ho provato a viaggiare, viaggiare-viaggiare-viaggiare (il viaggio dicono apra la mente), ho provato con lo yoga, con il ballo, con il vino, con la meditazione, con lo zenzero, con i sali dell’Himalaya. Niente da fare.

Ho dovuto imparare a convivere con questa malformazione cronica chiamata edilizia*. Scoprendo un mondo fantastico che dalla fisica, dalla chimica e dalla matematica porta verso le persone, le città, l’arte e la cultura: “il modo con cui facciamo le cose noi qui”.

Per questo motivo ho deciso di dare vita a questo blog, spazio sperimentale dove cercare di comprendere il mondo osservandolo come se fosse un grande cantiere.

Augurandovi una buona esplorazione sarò contento di ricevere i vostri commenti e scambiare con voi consigli, esperienze ed eventuali materiali.

A presto.

Gripp@

 

Dimenticavo una cosa importante!

paolo grippioloVi presento Lui, il mio collaboratore! Carattere fiero e indipendente, conferisce senza dubbio lo spirito di curiosità a questo blog. Grazie alla sua spiccata capacità di vedere nel buio, quindi oltre le apparenze, è sicuramente la figura più indicata per  mostrarci la strada verso la bellezza. Vi presento Rudy. Grande eleganza e fascino magnetico, sa muoversi con astuzia (sopratutto quando punta le crocchette).

Seguendo il suo istinto avremo al nostro fianco una prospettiva nuova, intrigante e misteriosa. [Visita la pagina di Rudy e leggi la sua biografia]

 

Per i più curiosi: l’origine del nome

Corpo Edilizio (o corpo di fabbrica) ha origine in gergo, tra ingegneri, architetti e geometri per indicare un generico edificio: il corpo adiacente al fienile, il corpo centrale dell’edificio, il corpo separato, formato da un corpo unico, ecc!

Questi sono solo alcuni esempi di frasi che si sentono ripetere, quasi come fossero un mantra, all’interno di studi tecnici e cantieri. In realtà, il significato può essere molto più grande… scopri di più>>

Se sei curioso di scoprire l’origine del nome “Corpo Edilizio” Clicca Qui!

 

Oppure puoi continuare a “navigare”, andando a leggere il prossimo postEh mi raccomando, se ti piace, condividilo (perchè la Bellezza va sempre condivisa).

Buona lettura!!

__________________________________________________

Testi: Gripp@ – Rudy

Immagini: Gripp@ – Rudy

Video: n.a.